Sversamenti: Facciamo chiarezza.

Sulla questione degli sversamenti va detto con chiarezza che la salubrità del mare è un bene comune, un principio non negoziabile, diritto dei cittadini a goderne, risorsa per una parte consistente di economia locale. La stagione balneare è alle porte, ma ad ogni acquazzone rischia di essere compromessa. Questo non è più accettabile. Occorre decidere in fretta evitando di perdere altro tempo. Dell’originario progetto delle c.d. “vasche volano” ad oggi è stata realizzata solo la parte di Palombina, ma se non si completa il resto, il sistema non può funzionare. Dei nuovi progetti invece sappiamo che hanno costi molto superiori al precedente, ma anche tempi di realizzazione ben più lunghi. E se anche si riuscisse ad attingere a dei fondi europei, questi coprirebbero solo una parte delle spese, lasciando il resto all’ente gestore e ai comuni, che però non hanno risorse. La nostra posizione pertanto è quella riprendere e completare il progetto delle vasche volano, perché meno oneroso, rapidamente cantierabile e comunque in grado di alleviare il problema da subito. E nel frattempo attivarsi per reperire le finanze necessarie ad implementare il nuovo progetto. E nel contempo avviare anche un percorso con la ricerca scientifica, che in questo campo sta facendo passi da gigante, per valutare anche altre soluzioni più innovative ed economiche.

Andrea Rossi

Consigliere Comunale PD.

2016-06-08-PHOTO-00000091