Comunicato su incontro Forza Nuova.

Uno stato democratico dà al suo popolo l’opportunità di esprimere le proprie idee ma istigare o esaltare la guerra, alimentare l’odio verso il proprio simile, sostenere la supremazia di un popolo sull’altro, non solo sono vietati dalla costituzione ma sono un reato nei confronti della civiltà.
Altrettanto grave è permettere di far svolgere questi incontri pubblici, nella legalità di una sede comunale, luogo di ogni singolo cittadino.
Gruppi estremisti si alimentano sulla superficialità o sulla compiacenza di amministratori o di persone che condividono le stesse idee.
Concedere la biblioteca Piero Pergoli a Forza Nuova è un atto grave ed irresponsabile. E’ un atto di sfregio nei confronti della figura a cui la biblioteca è intitolata, Pergoli subì dagli squadristi feroci aggressioni e la notte del 27 dicembre 1922 fu gravemente ferito a rivoltellate. Durante gli anni del regime, al medico fu in ogni modo impedito di esercitare la professione. Radiato dall’Albo dei medici,rimosso dal grado di ufficiale, Pergoli non rinunciò mai alla lotta antifascista. Forza Nuova è un’identità omofoba, quella che raccoglie la parte peggiore del fascismo, razzista, contraria ad ogni forma di progresso e di cambiamento, sostenitrice solo di interventi militari dove il dialogo è inesistente.
Ancora una volta Il sindaco e la sua giunta mettono a nudo l’inadeguatezza ad amministrare un Comune. Chi guida una città ha l’obbligo morale e istituzionale di garantire serenità e rispetto a tutti i suoi abitanti, di non offendere la sensibilità di chi ha visto scomparire i propri cari.
Torni indietro sindaco, di Forza Nuova, i falconaresi possono farne a meno è altresì inopportuno mancare di rispetto alla memoria del Dott. Piero Pergoli antifascista.

Il Coordinatore PD di Falconara Marittima
Egidio Borsini